I cookie ci aiutano a fornire i servizi erogati dal nostro sito web. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito.

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

1859, l’origine di un’idea: La Croce Rossa

Amici e Volontari,

I Comitati Cri di Vigodarzere e Selvazzano Dentro, provincia di Padova, realizzeranno uno spettacolo teatrale dal titolo : ”1859, l’origine di un’idea: La Croce Rossa” tratto dal copione scritto dalle volontarie CISCRi (Cultore Italiano di Storia della Croce Rossa internazionale) Isabella Cecilian e Barbara Pennazzato, con la preziosa collaborazione e prefazione del Professor Paolo Vanni, recentemente scomparso, già referente nazionale della Storia di Croce Rossa e direttore ufficio storico Cri regione Toscana.

“1859, l’origine di un’idea: la Croce Rossa”, è un testo teatrale nato quasi per caso: le volontarie Isabella e Barbara, impegnate nello studio di argomenti storici trattati al corso CISCRi di Foggia, si sono rese conto di quanto fosse appassionante la materia e anche quanto poco conosciuta tra i volontari e ancor di più all’esterno dell’Associazione.

Le autrici hanno pensato che il teatro fosse lo strumento consono per far conoscere come è nata l’idea dell’Organizzazione Umanitaria Internazionale della Croce Rossa al suo fondatore Henry Dunant e di quanto attuale sia la sua “utopia” dopo più di 150 anni.

Il testo ripercorre la nascita della Croce Rossa e presenta uno spaccato fondamentale per capire meglio da dove veniamo e il perché oggi è l’organizzazione umanitaria più conosciuta al mondo.

Lo spettacolo verrà realizzato con il contributo esclusivo dei volontari perché quanto sarà messo in scena sia ancora più vero e genuino. Pertanto abbiamo bisogno di molti di noi, sia per la parte recitativa che per la parte tecnica e logistica. Il regista e coordinatore artistico Michele Zaramella Casotto farà delle audizioni per la scelta delle voci e delle personalità più vicine e adattabili ai vari personaggi.

Questa esperienza sarà per altro molto utile per quei volontari che vorranno cimentarsi con questa forma di teatro che potremmo definire "Teatro della parola", più focalizzata sull'espressività della parola e del dialogo, che sugli effetti speciali della scenografia  e dei costumi, proprio per non distogliere l'attenzione dello spettatore dalla forza evocativa del racconto.

Per chi volesse maggiori informazioni contatti la segreteria dei Comitati di Vigodarzere o Selvazzano Dentro. I Volontari/e che vogliano fornire la propria adesione al progetto contattino le referenti Isabella Cecilian (Comitato Cri di Vigodarzere) e Barbara Pennazzato (Comitato Cri di Selvazzano Dentro) tramite la segreteria dei rispettivi Comitati.

Comitato di Vigodarzere:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.     tel.: 049 701000

Comitato di Selvazzano Dentro:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   tel.: 049 897 7463